Convivenza? Si, grazie

Convivenza? Si, grazie

 

 

L’idea di andare a convivere mette paura.

Ci vuole coraggio e, una volta iniziata l’avventura insieme, una grande pazienza e perseveranza.

Per questo dovete assolutamente farlo!

Convivere con un’amica/o o ancora meglio con la persona amata, è un’esperienza incredibile, alla quale non potete rinunciare solo perché bloccati da insicurezze infantili.

Condividere la casa con un’altra persona vi metterà alla prova, certo, ma cambierà anche la prospettiva della vostra quotidianità. Convivere vi regalerà sorrisi inaspettati e momenti di pura ilarità.

Vi renderete conto di quanto non fossero poi così assurde certe raccomandazioni di vostra madre. “E’ un’ora che sei sotto la doccia, lasci un po’ di acqua calda pure a noi? Appena hai finito togli i capelli dallo scarico e passa la pezzetta sul vetro della doccia.”, “Non puoi tenere le luci di tutta casa accese”, ” Raccogli i calzini e mettili nel cesto dei panni sporchi”. Queste sono tutte cose ovvie, che saranno la normale evoluzione del vivere senza genitori, sarete voi gli adulti e dovrete occuparvi di tutto, senza sconti.

Ma oggi parleremo della convivenza intesa come vivere insieme e non  delle inevitabili problematiche che il vivere senza “ mamma che fa tutto”, vi porterà ad affrontare. La fatica del vivere da soli c’è. Ma non c’entra il vostro partner, a meno che non abbiate già vissuto da soli prima.

Non possiamo dire che sia una passeggiata di salute, difficilmente tutto quello che l’altra persona farà vi andrà a genio. Ma vi sarà subito chiaro che il gioco vale la candela.

Non vi entusiasma l’idea di gironzolare con lo spazzolino in bocca per casa mentre il vostro partner si intrufola furtivo in bagno e vi chiude fuori per almeno mezz’ora? Immaginate la poesia di essere svegliati dal profumo dolce del caffè e dalla voce soave del vostro amore che vi incita ad iniziare l’ennesima giornata di lavoro. Dopo una decina di sbadigli vi trascinate in cucina e la tavola è già apparecchiata per due, con qualsiasi tipo di leccornia, una colazione degna di un hotel extra lusso.

La convivenza è piena di momenti meravigliosi, non solo discussioni su chi metterà a fare la lavatrice o su chi pulirà i pavimenti. Potrebbe servire fare un plan sul chi fa cosa, ma se qualche volta non lo farà nessuno e resterà tutto com’è, non accadrà niente di grave, perché ora siete a casa vostra, e siete solo voi a decidere quando e come fare le faccende, voi a decidere quando e come lavare i panni, i pavimenti, le tapparelle, i lampadari, il corrimano e se farlo o no!

Date retta a me, fregatevene, la casa non deve sempre sembrare uno specchio, certo è una casa e non una palude, ma organizzandovi potrete gestire il vostro tempo al meglio per fare anche altro. La cosa che dovete tenere bene a mente è Di-ver-ti-te-vi!

Lasciatevi andare, imparate a divertirvi insieme.

Convivere è guardare abbracciati la tv, cucinare insieme, chiacchierare la sera a cena di tutto quello che è successo durante la giornata, dormire fino a tardi tenendosi la mano,  fare le puzzette nel letto e poi ridere, abbracciarsi mentre si lavano i piatti, piangere, sbuffare, fare l’amore, scoprire che passare il week end a casa sotto le lenzuola, insieme, è probabilmente la migliore terapia per la felicità.

Condividerete tutto, l’armadio, la scrivania, i cibi sfiziosi e quelli più sani, le piccole e  grandi cose saranno più facili insieme. Stare accanto alla persona amata nel bene e nel male, anche quando dovrete tenergli i capelli per un attacco di nausea dovuto ai bagordi della sera prima.

La convivenza spaventa, così come il matrimonio, ma  i cambiamenti fanno sempre paura. Ci piace crogiolarci nelle situazioni che conosciamo, nella nostra zona cuscinetto, ma non c’è niente di meglio che lanciarsi col paracadute ad alta quota. Avrete una paura fottuta prima di lanciarvi, ma una volta in cielo, vi renderete conto che il gabbiano Jonathan Livingston aveva ragione da vendere e che volare senza una rete protettiva sotto di voi è la cosa più emozionante che esista.

Quindi aprite le vostre ali e gettatevi nel vuoto!

Ek

RIPRODUZIONE RISERVATA

Author: ErikaStreppa

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

ErikaStreppa

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

Lascia un commento

Chiudi il menu