Come scegliere l’elettricista

Come scegliere l’elettricista

post it scegliere elettricista

Non so come facciano, ma le nostre mamme sanno sempre chi chiamare quando ci sono problemi in casa. “Si è rotta la caldaia, mi tocca chiamare Peppino”, sentiamo sempre frasi come “ eh ma Tizio arriva subito se lo chiamo e non mi fa pagare la chiamata” o “seeeehhh… io Bulgari non lo chiamo, che mi fa spendere 1000 euro”.

Ma noi, se non abitiamo più con i nostri genitori e siamo in una nuova casa, lontani da loro, magari in una nuova città, come possiamo fare se non conosciamo nessuno?

Quando abbiamo bisogno di un elettricista, normalmente è perché sappiamo che i lavori elettrici sono pericolosi e non vanno fatti né da noi né da tecnici non autorizzati, ma da professionisti certificati e competenti.

Una cosa è certa, se siamo in emergenza e dobbiamo  chiamare una persona che non conosciamo, ci ritroveremo spesso a sborsare cifre rilevanti. Se vi trovate in questa situazione, prima di tutto chiedete  se c’è il costo chiamata e a quanto ammonta ( no non di quella telefonica, ma dovete sapere che gli elettricisti solo per venire a casa vostra e per fare il sopralluogo e capire il problema, si prendono dei soldi, da 50 fino a 150 euro, quindi chiedere prima vi farà risparmiare un infarto) e fatevi fare SEMPRE un preventivo prima di fargli iniziare il lavoro.

Ricordatevi, se non conoscete la persona che avete contattato, chiedetegli se è in possesso della licenza. Sappiamo tutti che l’elettricista è molto costoso perché esegue un’attività pericolosa. Mai scegliere un imprenditore con una tariffa oraria esageratamente bassa, perché un tecnico inesperto e non autorizzato può eseguire un lavoro in maniera semplicistica e potreste finire per spendere più soldi o, peggio ancora, potreste poi incorrere in un incidente. Qualsiasi lavoro elettrico esterno richiede un elettricista professionista. Siete consapevoli del fatto che la maggior parte degli incendi elettrici cominciano perché alcuni proprietari di case non hanno prestato attenzione o non hanno preso sul serio il problema?

Se non siete in emergenza la prima cosa che potete fare è chiedere ad amici, parenti, conoscenti, colleghi, informazioni su una loro recente esperienza con elettricisti. Se avete appena comprato casa, potete chiedere all’impresa che ve l’ha venduta. Le imprese edili di solito hanno un buon rapporto con i vari fornitori di servizi in casa e sono in grado di raccomandare un elettricista affidabile. Stessa cosa se avete preso casa in affitto, l’agente immobiliare può aiutarvi a trovare un professionista nei vari ambiti domestici.

Non conoscete nessuno? Potete fare una ricerca su internet, ci sono molti siti internet che mettono in comunicazione utente e fornitore. Per esempio GliAffidabili.it che basa il suo funzionamento sul concetto del “social rating”, cioè un sito dove i professionisti vengono valutati con recensioni per giudicare la professionalità tramite tre parametri: servizio, prezzo e disponibilità. Ricordate che in siti di social rating è necessaria la registrazione per garantire recensioni veritiere. Oppure  www. Borsartigiano. it , o se siete a Roma www.sos-elettricistiroma.com .

elettricista

Quali sono le caratteristiche di un buon elettricista?

Il lavoro in sicurezza: sappiate che qualsiasi cosa accada alle persone in casa vostra è colpa vostra e voi ne siete i diretti responsabili, questo significa che se si fa male qualcuno, anche per sua inettidudine, sarete voi a pagarne le conseguenze economiche e legali. Quindi pretendete che l’elettricista lavori in piena sicurezza. Come? Deve utilizzare dispositivi di protezione ( scarpe antinfortunistica, guanti, maglietta a maniche lunghe, etc.).

Deve utilizzare materiali conformi alla legge e che siano ben mantenuti, deve portarsi la cassetta degli attrezzi completa di tutto l’occorrente, e gli utensili devono essere sani. Deve utilizzare prodotti certificati IMQ che sono prodotti garantiti e sicuri, perché sottoposti a tutte le verifiche possibili ed hanno tutti i requisiti richiesti dalla legge. Sarebbe preferibile se l’elettricista fosse coperto da una polizza assicurativa, e magari se lo foste anche voi.

Cosa sa fare un elettricista?

Normalmente Assistenza elettrica, Impianti di Allarme, Impianti Elettrici, Impianti di Messa a terra, Manutenzione impianti e pronto intervento. Una cosa importante che gli elettricisti fanno ed alla quale dovete prestare attenzione è l’adeguamento alla legge 46/90 che stabilisce la sicurezza per gli impianti elettrici, soprattutto nelle abitazioni costruite prima degli anni ‘90, Le norme prevedono che l’impianto elettrico a regola d’arte debba avere: un interruttore magnetotermico per la protezione contro le sovracorrenti, un interruttore differenziale per la protezione contro i contatti indiretti, un interruttore generale (dispositivo di sezionamento posto all’origine dell’impianto), isolamenti per la protezione contro i contatti diretti.

Alcuni fanno anche impianti di ricezione tv, ma di solito per quelli si chiama l’antennista.

Ricordate che avvalervi di un professionista vi eviterà di spendere soldi in seguito per recuperare i danni creati dall’intervento di un incompetente.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Author: ErikaStreppa

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

ErikaStreppa

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

Lascia un commento

Chiudi il menu