Quanto costa cambiare città?

Quanto costa cambiare città?

CITTà CHE VAI, PREZZO CHE TROVI

Facile dire cambio città, ma molte volte trasferirsi in una città differente vuol dire fare i conti con uno stile di vita economico molto diverso.

Oggi cerchiamo di capire se trasferirsi in un’altra città italiana ci conviene a livello economico.

Accade sempre più spesso di questi tempi in cui siamo tutti “cittadini del mondo”, che ci si trasferisca in una città diversa da quella di origine. Magari avete trovato un buon impiego in un’altra regione italiana oppure, spinti dalla voglia di coronare un sogno d’amore con la vostra metà che vive lontano, avete deciso di trasferirvi nella sua stessa città. Catapultati in una nuova realtà dovrete fare i conti non solo con persone sconosciute e con ambienti a voi non familiari, ma anche con uno stile di vita economico che potrebbe differire molto da quello al quale eravate abituati.

Dai dati Istat del 2014 ( i dati ufficiali 2015 e 2016 non sono ancora disponibili), che se volete potete consultare nella tabella qui sotto, mostrano come le spese medie mensili siano differenti nelle diverse regioni italiane.

tabella-dati-istat

La prima cosa che noterete è un divario nei prezzi sulla spesa alimentare. Dati del 2016 ( ancora non ufficializzati ) hanno fatto una stima su 20 prodotti di prima necessità come pane, olio, zucchero e caffè, ed in generale la spesa media è di 3700€ annui. E’ Milano a vincere la medaglia come città più cara d’ Italia, qui una famiglia può arrivare a sborsare fino a 8,163 euro annui se compra prodotti top gamma, ma se è a caccia di convenienza può rendere fino a 2,139 euro. Ci sono quindi due classifiche, una se si compra ai minimi prezzi, e una se si compra ai massimi prezzi.

tabella-alimentare

Se vi trasferite al sud la spesa alimentare peserà in maniera inferiore sul vostro portafoglio.

La tabella seguente mostra la spesa annuale in base al prezzo medio:

 

tabella-spesa-annua

In testa c’è Rimini  con 4.475 euro all’anno (questo perché alcuni prodotti come carne fresca, pane e tonno  appesantiscono di molto il carrello, considerate che il pane costa sui 4€ al kg!), seguita da Ferrara  con 4461 euro, Ravenna con 4309, Bolzano con 4263, Milano con 4242, Reggio Emilia con 4187, Bologna con 4098 a pari merito con Genova e Verona con 4094. Fra le grandi città, Milano, Genova, Bologna, Roma e Torino risultano più care rispetto al dato nazionale, mentre Napoli, Bari, Palermo al sud e Firenze al centro, presentano un carrello della spesa meno caro della media italiana che si aggira sui 3100 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Author: ErikaStreppa

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

ErikaStreppa

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

Lascia un commento

Chiudi il menu