Alimentazione del cane adulto: Meglio umido, semi-umido o secco?

Alimentazione del cane adulto: Meglio umido, semi-umido o secco?

Sempre più padroni dei cani sono confusi su quale sia il cibo migliore da dare ai loro amici a quattro zampe. Alcuni scelgono il mangime in base al prezzo, altri dalla bellezza della confezione, in pochi  sono attenti alle proteine ed alle ceneri grezze.  Non manca, poi, chi nutre il cane con gli avanzi, molti dei cibi che noi mangiamo possono essere tossici per un cane. I cibi grassi, fritti o conditi non vanno assolutamente bene.

Indice che il cane sia ben alimentato sono pelo lucido ed alito leggero, assenza di forfora, assenza di aria intestinale, di forti pruriti e soprattutto assenza di sovrappeso.  Il cane è un mammifero e come noi se mangia troppo e fa poco movimento tende all’obesità, con conseguenti problemi cardiaci o di diabete, alito cattivo, infezioni ed aspettativa di vita più breve.

Lo stomaco del cane è molto simile al nostro, e come noi necessita di vitamine. Quindi è importante una tabella di marcia con orari e dosi ben definite per controllare l’apporto calorico giornaliero. Senza dimenticare un po’ di movimento tutti i giorni.

Il cibo per cani e per animali in genere può essere:

mangime completo, da solo, può soddisfare tutte le necessità alimentari di quell’animale.

mangime complementare, si usa solamente come integrazione alle diete casalinghe, quindi non ai croccantini e al cibo secco.

Può essere diviso in tre gruppi in base alla quantità d’acqua che contiene:

SEMI- UMIDO: acqua tra il 14% e il 34%. Sia veterinari che allevatori sconsigliano il cibo semi-umido perché di solito contiene quantità esagerate di zucchero e di sale, il primo è dannoso per i denti dei nostri amici a 4 zampe, il secondo, se assunto in quantità elevate, può portare alla disidratazione.

UMIDO: acqua sopra il 34%. Il cibo umido non è particolarmente indicato per chi ha cani con problemi di gengiviti e soprattutto di tartaro.

SECCO: acqua sotto il 14%. Il cibo secco è sicuramente quello più utilizzato.

Tipologie di crocchette:

•             Crocchette per adulti (o regular), sono per i cani che fanno una normale attività fisica , però ovviamente queste crocchette devono essere scelte in base alla razza del cane.

•             Crocchette per cani senior, sono specifiche per i cani anziani che necessitano di determinati elementi nutritivi. ( Ci faremo un video/articolo)

•             Crocchette premium, sono per animali che fanno un’elevata attività fisica oppure per cagnoline in allattamento.

•             Crocchette light,  sono per cani sedentari e tendenti all’obesità.

•             Crocchette per cani medicate, sono tutta quella gamma di mangimi specifici per le diverse patologie di cui soffrono i cani, come ad esempio: con problemi gastrointestinali, per cani sterilizzati, per cani allergici, con problemi di dermatite.

Dimensioni: Attenzione alla dimensione delle crocchette, le dimensioni delle singole crocchette devono essere giuste, né troppo grandi altrimenti il cane non riesce a masticarle, né troppo piccole perché si rischia che il cane le mangi senza masticarle e che si strozzi o abbia problemi di digestione.

DOVE COMPRARE IL MANGIME:

Negozi Offline:

Come sempre la prima cosa da fare è parlare con un veterinario, in alcuni casi potete comprare il mangime direttamente da loro. Molti padroni sono titubanti a comprare al supermercato, ma anche lì si possono trovare buone marche ( controllate sempre le etichette). Potete recarvi nei negozi di animali specializzati dove  i commessi vengono istruiti sul tema del cibo per cani e dovrebbero essere in grado di rispondere a tutte le vostre domande, anche se si possono trovare descrizioni dettagliate sugli ingredienti. L’unico svantaggio è che a volte questi cibi possono essere costosi e se decidete di comprarne un tipo, c’è la possibilità che al vostro cane non piaccia. Dopotutto, la decisione finale spetta a lui. Potreste comprare la confezione più piccola disponibile per vedere se il vostro cane la gradisce.

Negozi Online:
Una volta che avete trovato il mangime giusto per i vostri amici a quattro zampe, potete comprare sui siti online, dove il risparmio può arrivare anche al 30%. Io per esempio mi rifornisco su Bitiba.it, dove la consegna è gratuita sopra i 49 euro di spedizione, e visto che il mangime che utilizziamo costa poco meno, Charlye riceve sempre qualcosa, un gioco, uno snack nuovo, una ciotola etc.

QUANTO DEVE COSTARE UN MANGIME:

Ricordate una cosa: costoso non sempre vuol dire migliore. Spesso le marche meno costose inseriscono molti ingredienti “di riempimento” e utilizzano ingredienti scadenti (ovviamente questo è un nostro punto di vista condivisibile o meno). Diciamo che la fascia di prezzo per 12 Kg si aggira tra i 40 ed i 50 euro ( online), ma come sempre dovete guardare gli ingredienti.

QUANTO MANGIME DARE:

Leggiamo sull’etichetta. In base al peso c’è scritto espressamente quanti grammi dare di mangime al giorno. Fatevi regalare dal negoziante un misurino oppure createlo voi con un vasetto di marmellata pesando la dose che ci va dentro.

CONTROLLA GLI ESCREMENTI:

Come abbiamo detto nel video di come si leggono gli ingredienti dei mangimi, se le ceneri grezze sono oltre 8-10 il cane farà feci troppo grandi, se invece mangia troppe fibre le feci saranno troppo molli. A seconda del mangime potrà fare feci con odore leggero o con odore pestilenziale da far scappare via dal prato pure gli insetti. Attenzione! Se le feci sono troppo secche ( quindi il cane può soffrire di costipazione) il vostro cane necessita di acqua. Assicuratevi che abbia sempre una ciotola d’acqua fresca a disposizione. Un’altra causa della costipazione è un’attesa troppo lunga prima di poter fare i bisognini.

Attenzione alla diarrea: La diarrea può indicare che il vostro cane ha contratto un virus come il parvovirus, che gli può essere fatale. Per i cani adulti, invece, è meglio aspettare un giorno o due. Ci possono essere diversi fattori che causano la diarrea nei cani adulti. Se recentemente gli avete cambiato il cibo senza un periodo di transizione, potrebbe essere questa la causa. Se al vostro cane date gli avanzi, smettete subito di farlo perché quasi sicuramente è questo che provoca la diarrea. Se il vostro cane è stato all’aperto potrebbe aver mangiato dell’erba e degli stecchi. Tutte queste sono cause comuni della diarrea nei cani. La forma più comune di diarrea è quella acuta. Può iniziare all’improvviso e durare qualche giorno. Fintanto che il vostro cane si comporta in modo normale e gioca, potete curarla a casa. Fategli seguire una dieta leggera, che può consistere in carni cucinate come pollo o hamburger bollito senza grassi. Io comunque per scrupolo chiamo sempre il mio veterinario.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Author: ErikaStreppa

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

ErikaStreppa

Erika. Blogger, riccia bionda naturale, amante dei cani e della natura. Mi interesso di Ambiente, Sport, Attualità e faccio anche qualche Recensione. Sono appassionata di Biocosmesi, sempre alla ricerca della Tabella INCI perfetta!

Lascia un commento

Chiudi il menu